Studio legale penalista Stefano Palmisano
 

AMBIENTE

Il diritto dell’ambiente costituisce un crogiuolo di fermenti politico - culturali, di novità normative (si pensi all'approvazione, meno di nove mesi fa, del disegno di legge d'iniziativa governativa sull'introduzione nel codice penale dei cosiddetti "delitti contro l'ambiente") e di elaborazione dottrinale e giurisprudenziale che ne fanno una delle branche del diritto più vive e vitali; forse perchè una delle più giovani.

In quanto tale, esso è dotato di una straordinaria forza d’attrazione, non solo nei confronti di addetti ai lavori, bensì di un pubblico assai più vasto di interessati alla materia. Come, più in generale, accade per tutte le questioni ambientali, anche e soprattutto in virtù della centralità che ormai esse rivestono e sono sempre più destinate a rivestire nella vita quotidiana di ognuno di noi.

Un serio approccio professionale al diritto dell’ambiente richiede all'operatore il possesso di una peculiare combinazione di requisiti: una particolare sensibilità politico – culturale alle questioni ambientali, che non si esita a definire “ambientalista”, ed una robusta competenza tecnico – giuridica, costruita sia nella formazione teorica e nell'aggiornamento continui, sia nelle questioni concrete che emergono nella, altrettanto formativa, pratica forense, il cosiddetto “diritto in azione”.

Competenza, peraltro, che in questa specifica materia deve innervarsi di apporti e di una più generale capacità di interazione con concetti e categorie scientifiche. In tal senso, emblematici, perchè sempre più intrecciati ed evidenti, sono i rapporti tra tutela dell'ambiente e difesa della salute pubblica, rapporti che impongono a chiunque si occupi di questioni ambientali e di diritto ambientale una "frequentazione" sempre meno sporadica delle scienze mediche; in particolare, ma non solo, di alcune branche della cosiddetta "medicina sociale", come per esempio l'epidemiologia.

L'impegno ambientalista dell'avv. Stefano Palmisano risale all'ormai remoto 1988, allorquando egli fu tra i soci fondatori del circolo “Chamaeleon” di Fasano (Br) dell'allora Lega per l'ambiente. Oggi egli è iscritto alla stessa Legambiente ed è attivista dell'associazione Verdi Ambiente e Società – Circolo “Dino Frisullo” di Fasano nonchè dell'organizzazione di volontariato ambientalista “Terra e Libertà”, sempre di Fasano.

E' fondatore e collaboratore della rivista telematica "Salute pubblica", dedicata, per l'appunto, principalmente allo studio dei nessi tra ambiente e salute pubblica.

E' autore di numerosi interventi sui profili giuridici di questioni ambientali, locali e nazionali, pubblicati su quotidiani a diffusione regionale, su vari siti web oltrechè sul suo sito.

La sua qualificazione professionale in materia di diritto ambientale è comprovata dalle varie esperienze teoriche, nella duplice veste di discente e docente, e forensi attestate nel proprio curriculum vitae ac studiorum.

 

 

 

 

Studio legale penalista Stefano Palmisano